La masturbazione femminile è un tabù?

Per lungo tempo le donne che si procuravano piacere da sole sono state trattate come delle malate. Oggi, fortunatamente, non si arriva più a tanto ma, in ogni caso, non mancano fraintendimenti e falsi miti. Facciamo chiarezza

La masturbazione femminile è un tabù? - Per lungo tempo le donne che si procuravano piacere da sole sono state trattate come delle malate. Oggi, fortunatamente, non si arriva più a tanto ma, in ogni caso, non mancano fraintendimenti e falsi miti. Facciamo chiarezza
Fotogallery
Nel 1700 il medico svizzero Samuel Tissot la considerò una malattia. La prima volta in cui se ne è parlato apertamente, in maniera scientifica e in maniera sensata erano gli anni Sessanta. È ancora un tabù sia per gli uomini che per le donne. È la masturbazione femminile, ricerca autonoma del piacere malvista non solo dalla società ma persino da chi la pratica che spesso se ne vergogna e, complice il silenzio e la poca informazione, cade vittima delle più strane leggende metropolitane, alcune verosimili altre del tutto folli.

Cominciamo quindi col dire che anche in questo campo fare informazione è basilare in modo che venga data a tutte la possibilità di vivere la propria sessualità in maniera serena. Partiamo, dunque, dalle buone notizie: masturbarsi non è una malattia, non provoca i brufoli, non ritarda lo sviluppo, non rende ciechi né, tantomeno, sordi, non è la risposta ad una pulsione tipica di chi reprime i propri appetiti sessuali e, infine, non rende affatto insensibili al piacere di coppia.

In altre parole finché l’onanismo non è un’ossessione non provoca nessun danno né di natura fisica né nel relazionarsi al sesso. Non è certo una notizia, è vero, ma nonostante il primo studio scientifico sulla materia risalga agli anni Sessanta, furono Masters & Johnson  in quella occasione a sollevare il problema svelando che la ricerca autonoma del piacere era una pratica abituale tra le donne americane, purtroppo i falsi miti dilagano.

Alla luce di ciò, posto che quindi non c’è niente di male nel masturbarsi non resta che aggiungere che per ogni donna questo tipo di pratica è legata alle esigenze più diverse. In molte, per esempio, lo fanno per rilassarsi inducendo il cervello a stimolare endorfine, altre lo fanno semplicemente per provare piacere, ma non è detto che tutte raggiungano necessariamente l’orgasmo.

In ogni caso non c’è assolutamente niente di cui vergognarsi
. Certo, forse non sarà l’argomento migliore da sfoderare con la futura suocera ma questo non signifca ritenersi portatrici sane di un’onta da lavare.



Leggi anche: Esistono davvero due tipi di orgasmo?

Valeria Roscioni - Nexta

Data: 20/4/2012 Visto: 688


 
  Sono  
Età / Con foto
Regione
 
Correlati Foto
Il piacere vien allenandosi Il piacere vien allenandosi
Ecco qualche esercizio... piuttosto hard
5  modi insoliti per provare ... 5 modi insoliti per provare ...
Le donne si confessano: i piaceri più insoliti
Passione,  forse non tutti ... Passione, forse non tutti ...
Scopri i lati del piacere che non conosci
Facebook Popolari Amici

Fai Bingo

Bastano soltanto 10 centesimi per vincere migliaia di Euro